Cancro della cervice uterina, come prevenirlo con la medicina naturale

La medicina naturale si affida a principi attivi naturali ed è sempre più utilizzata in oncologia, in quanto alcune molecole possono essere ottime coadiuvanti delle terapie mediche.  Il cancro della cervice uterina, causato principalmente da alcuni ceppi dei virus HPV, è una delle patologie femminili più frequenti e si riscontra nelle donne non più giovani.

La cervice dal punto di vista cellulare non è uniforme, la parte più interna è ghiandolare e simile alla mucosa uterina, mentre quella più esterna è ricoperta da cellule squamose simili a quelle della cavità vaginale e della bocca. Tra queste due zone ne troviamo una terza, in cui termina un tessuto e inizia l’altro. Le cellule di questa zona replicano in maniera meno controllata, dando luogo a neoplasie.

L’HPV si trasmette per via venerea e può essere prevenuto evitando il contatto tra le mucose del soggetto sano e quelle del soggetto infetto. Vi sono altri fattori di rischio che sono: il fumo di sigaretta, una predisposizione familiare, dieta sregolata e povera di frutta e verdura, obesità e infezioni da Clamidia.

 

Il ruolo del sistema immunitario nel controllo dell’HPV

Tenendo presente che l’equazione presenza del virus HPV e insorgenza del cancro dalla cervice uterina non è sempre valida, poichè l’insorgenza della patologia oncologica è strettamente connessa al specifico ceppo del virus contratto, mantenere efficiente il sistema immunitario, è un buon modo per scongiurare che il virus degeneri in tumore.

Va quindi curata l’alimentazione, va fatta regolare attività fisica, avendo cura di abbandonare le cattive abitudini come l’alcool e il fumo. Studi recenti hanno dimostrato la correlazione tra insorgenza di malattie oncologiche e stato deficitario del sistema immunitario.

Per dare un ulteriore aiuto al sistema immunitario possiamo rivolgerci alla medicina naturale e, in particolare, alla micoterapia, quella branca della medicina che studia il potere medicinale dei funghi. La molecola maggiormente indicata per stimolare l’attività e la replicazione delle cellule del sistema immunitario è senz’altro l’AHCC. Si tratta di un composto immunitario modulante derivato da una frazione di miceli del fungo Shiitake, il secondo più consumato al mondo, le cui proprietà sono state dimostrate da esperimenti e pubblicazioni scientifiche di tutto il mondo. L’AHCC è acquistabile sotto forma di integratore alimentare in farmacia, erboristeria e numerosi siti online.

Studi in vitro e in vivo dimostrano come l’AHCC sia in grado di aumentare il numero e l’attività delle cellulare Natural Killer (NK), le cellule dendritiche e citochine che permettono al corpo di rispondere efficacemente alle infezioni e bloccare la proliferazione dei tumori. L’integratore è indicato anche per soggetti sani che cercano di mantenere alte le funzioni immunitarie.

Un sistema immunitario efficiente contribuisce a tenere sotto controllo le infezioni come quelle derivanti da HPV, agendo sulla replicazione del virus e limitando la possibilità che la patologia oncologica possa svilupparsi.

A differenza di altri integratori, l’AHCC ha un’azione non solo terapeutica ma anche preventiva. Ne è indicata l’assunzione in periodi di stress, in presenza di malattie croniche o debilitanti, che possono ridurre lo stato di efficienza del sistema immunitario.

Naturalmente la sola assunzione dell’AHCC non può curare l’HPV, che rimane all’interno delle cellule per tutta la vita del soggetto.

 

1 2 3
0,000 articoli