Le proprietà medicinali di alcune varietà di funghi sono note da migliaia di anni, il loro consumo è infatti una vecchia tradizione, principalmente nei paesi dell’estremo oriente. In Giappone, ad esempio, sono concessi in licenza come farmaci per il trattamento del cancro gastrico. Sebbene un certo numero di componenti fungine possieda queste proprietà, i glucani sono stati effettivamente identificati come costituenti biologicamente attivi. Questi polisaccaridi sono ben noti in letteratura per essere modulatori della risposta biologica che stimola il sistema immunitario; sono inoltre utilizzati per la terapia del cancro in combinazione con agenti chemioterapici-citotossici.

Non tutti i funghi dunque sono uguali (così come non tutti i glucani). Essi devono essere scelti accuratamente e selezionati, oltre che per le loro proprietà benefiche, per la loro capacità diversa di venire assorbiti ed utilizzati dall’organismo, nei tempi e nei distretti in cui ve ne sia necessità (Biodisponibilità). Questi fondamentali concetti di farmacodinamica e farmacocinetica, da sempre noti in farmacologia, non vengono tuttavia quasi mai applicati allo studio ed alla composizione di prodotti derivanti dalla chimica vegetale del cibo. E’ infatti di estrema importanza non dimenticare la differenza tra un “alimento” ed “un principio attivo”.

AHCC® (Active Hexose Correlated Compound) rappresenta dunque una magnifica e selezionata organizzazione di alfa-glucani, parzialmente acetilati, estratti dal micelio del fungo shiitake, coltivato nell’estratto di crusca di riso. Ciò non avviene a caso: la crusca di riso stessa possiede proprietà antivirali e di supporto al si­stema immunitario. Non tutto il fungo viene utilizzato, l’AHCC® è infatti estratto dalle fini reticolazioni che formano il micelio della miscela di funghi coltivati in una vasca di precoltivazione; seguono sucessivamente processi unici e brevettati di coltura, decomposizione enzimatica, fermentazione, sterilizzazio­ne, concentrazione e crioessiccazione. Tali metodiche permettono di ottenere nutrien­ti in una forma più facilmente assorbibile dall’organismo ed in particolar modo dalle cellule bianche del sistema immunitario: il peso molecolare di AHCC® è di soli 5.000 dalton, mentre la gran parte degli estratti fungini possiede un peso molecolare di centinaia di migliaia di dalton. Il risultato è qualcosa di unico ed impossibile da reperire in natura, utilizzando altri estratti fungini, singoli o miscele di essi.

Solamente in campo oncologico, l’AHCC® è stato utilizzato con successo nelle neoplasie del fegato, seno, prostata, gastrointestinale, mieloma multiplo, nonchè nelle condizioni precancerose, come ad esempio la displasia della cervice uterina, rivelandosi efficace nella modulazione di:

  • Interferone
  • Interleuchine
  • TNF (fattore di necrosi tumorale)
  • Linfociti T
  • Cellule Natural killer

Esse sono tutte molecole necessarie ed essenziali per la lotta del nostro organismo contro il cancro, per il miglioramento della prognosi nonchè per ricevere in modo efficace, con minor effetto collaterale possibile, i trattamenti di chemio/radioterapia.

Sintesi sull’efficacia dell’AHCC® nel trattamento del cancro

    • L’AHCC® ha avuto effetti benefici nel 60% dei malati di tumori
    • L’AHCC® può contribuire a ridurre le dimensioni neoplastiche nelle lesioni solide
    • L’AHCC® può inibire le metastasi ed il tasso di recidiva
    • Aumenta i tempi di sopravvivenza nonchè le condizioni del paziente
    • Mitiga gli effetti collaterali della chemioterapia
    • Ripristina l’attività delle cellule NK soppresse dalla chemioterapia
    • Associato alla chemioterapia, riduce i tumori primari del 20% rispetto alla chemioterapia da sola
    • Particolarmente efficace contro i tumori a fegato, stomaco, colon, seno, tiroide, ovaie, testicoli, lingua, reni e pancreas

 

Studi sull’efficacia di AHCC in oncologia

Clicca sul nome della pubblicazione per leggerne il contenuto.

AHCC e CANCRO

  • International Journal of Clinical Medicine
    Arida D, Wakame K, Nomura T. Integrating complimentary and alternative medicine in the form of active hexose
    correlated compound (AHCC) in the management of head & neck cancer patients.
    2011, 2, 588-592
    Topic: Can AHCC be used in the treatment of head and neck cancer patients?
  • Argomento: Si può somministrare AHCC a pazienti affetti da cancro della testa e del collo?

  • Journal of Hepatology
    Matsui Y, Uhara J, Satoi S, Kaibori M, Yamada H, Kitade H, Imamura A, Takai S, Kawaguchi Y, Kwon AH, Kamiyama Y.
    Improved prognosis of postoperative hepatocellular carcinoma patients when treated with functional foods:
    a prospective cohort study.
    2002 Jul; 37(1): 78-86
    Topic: Can AHCC improve the prognosis of hepatocellular carcinoma (HCC) patients following surgical treatment?
  • Argomento: L’assunzione di AHCC può migliorare la prognosi di carcinoma epatocellulare                (HCC) in  pazienti trattati chirurgicamente?

  • Anti-Cancer Drugs
    Turner J, Chaudhary U. Dramatic prostate-specific antigen response with active hexose correlated compound in metastatic
    castrationresistant prostate cancer.
    2009 Mar; 20(3): 215-216
    Topic: Does AHCC have an effect on castration-resistant prostate cancer (CRPC)?
  • Argomento: AHCC ha effetto sul tumore resistente della prostata (CRPC)?

  • International Journal of Integrative Oncology
    Matsui, Y, Kamiyama, Y. Retrospective study in breast cancer patients supplemented with AHCC. 2009; Vol. 3 No. 2
    Topic: Does AHCC have an effect on patients with advanced breast cancer?
  • Argomento: AHCC ha effetto positivo sui pazienti con tumore della mammella in stadio avanzato?

  • Asian Pacific Journal of Allergy and Immunology
    Cowawintaweewat S, Manoromana S, Sriplung H, Khuhaprema T, Tongtawe P, Tapchaisri P, Chaicumpa
    W. Prognostic improvement of patients with advanced liver cancer after active hexose correlated compound (AHCC) treatment.
    2006 Mar; 24(1): 33-45
    Topic: Does AHCC have an effect on patients with advanced liver cancer?
  • Argomento: AHCC ha effetto su pazienti affetti da cancro del fegato in stato avanzato?

  • Japanese Journal of Clinical Oncology
    Sumiyoshi Y, Hashine K, Kakehi Y, Yoshimura K, Satou T, Kuruma H, Namiki S, Shinohara N.
    Dietary administration of mushroom mycelium extracts in patients with early stage prostate cancers
    managed expectantly: a phase II study.
    2010 Oct; 40(10): 967-72
    Topic: Does AHCC have an effect on patients with early stage prostate cancer?
  • Argomento: AHCC ha effetto sugli stadi iniziali del cancro alla prostata?

  • Presented at the 40th APA (American Pancreatic Association), November 2009
    Yanagimoto H, Satoi S, Toyokawa H, Yamamoto T, Hirooka S, Yamao J, Araki H, Matsui Y, Kwon A. The beneficial effect of active hexose correlated compound (AHCC), a health food component, in patients with pancreatic or biliary tract cancer who undergo chemotherapy
    Topic: Does AHCC have an effect on patients with pancreatic or biliary tract cancer who underwent chemotherapy?
  • Argomento: Argomento: AHCC ha effetto su pazienti affetti da cancro del pancreas e delle vie biliari già sottoposti a chemioterapia?

  • Presented at the 40th APA (American Pancreatic Association), November 2009
    Kawaguchi, Y. Improved survival of patients with gastric cancer or colon cancer when treated with active hexose correlated
    compound (AHCC): effect of AHCC on digestive system cancer.
    2009 September; 1(1): 1-6
    Topic: Does AHCC have an effect on the survival rate of patients with gastric cancer or colon cancer?
  • Argomento: AHCC incide sul tasso di sopravvivenza di pazienti affatti da carcinoma gastrico e del colon?

  • International Journal of Immunotherapy
    Ghoneum M, Wimbley M, Salem F, McKlain A, Attalah N, Gill G. Immunomodulatory and anti-cancer effects of active AHCC.
    1995; X1(1): 23-28
    Topic: Does AHCC have immunomodulatory and anti-cancer effects in cancer patients?
  • Argomento: AHCC ha effetti immunomodulatori e anticancro su pazienti affetti da una patologia oncologica?

    Il prodotto descritto non sostituisce le terapie mediche, ma ne rappresenta un utile complemento alimentare che favorisce il ripristino delle condizioni fisiologiche dell’organismo