Effetti di AHCC sul breve termine

AHCC è una delle molecole naturali più interessanti per la prevenzione e terapia di diverse patologie umane, grazie alla sua capacità di stimolare la risposta immunitaria. Dalla molecola è stato ricavato un integratore alimentare utilizzato in medicina naturale per il trattamento di malattie lievi come l’influenza o croniche come il morbo di Chron e i condilomi, per arrivare a patologie molto gravi come quelle oncologiche. Tutte questa patologie vengono fortemente influenzate da uno stato immunitario deficitario.

La molecola non agisce sulla patologia ma sul sistema immunitario, aumentando il numero di cellule NK e la loro attività di difesa.

In molti casi è consigliata un’assunzione prolungata dell’integratore, benchè gli effetti siano apprezzabili anche sul breve-medio periodo, specie in presenza di malattie croniche. In questo articolo approfondiremo l’utilizzo dell’AHCC a breve termine, descrivendo quali effetti concreti si possono ottenere dall’assunzione del prodotto anche per pochi giorni, basandoci sulle conoscenze scientifiche attualmente a disposizione sulla molecola.

 

In quanto tempo si ottengono gli effetti di AHCC

La letteratura scientifica è ricca di pubblicazioni in merito ai tempi di risposta dell’organismo all’assunzione di AHCC. Gli esperimenti alla base di queste pubblicazioni si sono basati sul confronto tra l’assunzione della molecola da parte di popolazioni umane e animali malate, in confronto ai gruppi di controllo, che hanno invece assunto un placebo. Le differenze, valutate con analisi specifiche e diverse in base alla patologia in oggetto, sono state ripetute ad intervalli regolari, per monitorare l’effetto nel tempo.

Ad oggi sappiamo che AHCC impiega 3 giorni per fare effetto nell’organismo, se assunto nelle giuste dosi, in base alla patologia. Bisogna infatti considerare che l’integratore viene assunto per bocca, deve essere digerito, assorbito e assunto dai leucociti che, per effetto della molecola, si moltiplicano aiutando l’organismo a combattere la malattia. Dato il complesso meccanismo, si tratta di un tempo ragionevole, peraltro simile a quello di un farmaco.

 

Assumere AHCC per un breve periodo o tentare una terapia più lunga

La terapia, se finalizzata alla guarigione, ha una durata variabile, in base alla patologia e alla sua evoluzione.

L’AHCC iniziare a fare effetto dopo 3 giorni di assunzione ma migliora il suo effetto nel corso del tempo. Possiamo affermare che gli effetti dell’integratore entrano a regime dopo 1 o 2 settimane di utilizzo, il tempo che impiega il sistema immunitario per raggiungere il livello di funzionamento ottimale.

Rispetto a terapie integrative di altro tipo, che necessitano di lunghi periodi (anche alcuni mesi) per determinare gli effetti attesi, come nel caso degli integratori vitamici e antiossidanti, l’AHCC è sicuramente più rapido perchè i risultati sono apprezzabili già dopo pochi giorni.

Facciamo un esempio concreto. Gli antiossidanti, primo tra tutti la vitamina C, possono impedire che il virus dell’influenza causi danni eccessivi a livello cellulare. Tuttavia producono un effetto solo dopo diversi giorni di assunzione, quindi possiamo considerarli più utili a scopo preventivo che terapeutico. I primi effetti dell’assunzione di AHCC nei soggetti affetti da influenza, invece, sono concreti e rapidi e si traducono in una limitazione della sintomatologia e in un’attenuazione del malessere generale provocato dal virus. Un’assunzione più prolungata stimola il sistema immunitario, inducendo una più rapida guarigione.

 

AHCC o farmaco a breve termine

L’AHCC non è un farmaco, pertanto è inopportuno e fuorviante paragonare l’effetto dell’integratore con quello di un farmaco, che è più potente e specifico.

L’integratore non ha interazioni farmacologiche note, se non di tipo indiretto, come nel caso in cui si stia assumendo il cortisone, dagli effetti immunodepressivi, che ha un effetto opposto a quello di AHCC, che non a caso viene spesso prescritto per contrastare gli effetti negativi sul sistema difensivo dell’organismo di alcune medicine. Rinforzando il sistema immunitario, AHCC favorisce l’azione del farmaco, che agirà in maniera più rapida.

Informare il proprio medico dell’assunzione di AHCC è fondamentale anche se, trattandosi di un prodotto naturale, può essere acquistato liberamente sia in farmacia che online.

Fonti:

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5079436/

https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19699163

 

0,000 articoli